Dal 2012 con l'aiuto dei nostri consulenti sono state create più di 300 strutture tra B&B, Affittacamere e Case Vacanza.

premi qui

Domande più frequenti


  • la mia casa è adatta a diventare una Casa Vacanze?
    180x150
    Ogni casa può diventare una casa vacanza, naturalmente ogni suo aspetto deve essere considerato in modo corretto. Hai un terrazzo? Si, bene. Non ce l’hai? Bè, allora creeremo all’interno dell’alloggio uno spazio che dia la sensazione di essere all’esterno. Ci sono altri difetti? Oggi quasi tutto può essere corretto, con colori, mobili, oggettistica. Basta avere un po’ di fantasia. Hai una casa vacanza in una zona turistica? Considerando che l’Italia è di persé una nazione turistica, ci sono enormi possibilità che la tua casa sia in un luogo di interesse.
  • la mia casa si trova in una posizione geografica interessante?
    Autunno 2013 Image Banner 180 x 150 Mongolfiera
    Ogni regione geografica ha i suoi interessi, che siano di tipo puramente turistico, oppure che combinino altri tipi di interessi, come ad esempio una clinica specializzata che però non ospita i membri della famiglia della persona richiedente cure, oppure una zona universitaria dove docenti o studenti si recano per dei periodi brevi e hanno quindi necessità di alloggiare settimanalmente. Altre possibilità sono aziende che lavorano su tutto il territorio italiano e devono trovare alloggio ai propri dipendenti che si spostano ogni settimana in zone diverse. Il turismo sportivo è anche interessante, ci sono società sportive o amatoriali che organizzano dei tour in diverse regioni e spesso ricercano posti dove dormire. Le possibilità sono infinite, dipende tutto dalla tua zona.
  • i guadagni poi saranno abbastanza significativi da coprire i costi? E’ naturalmente importante, prima di iniziare, valutare quanto guadagno ci può essere nell’affitto della casa. Fare un’analisi del territorio e scoprire a quanto vengono affittate altre case di grandezza analoga e sapere all’incirca quanto ci costerà preparare la casa per renderla attrattiva agli occhi dei turisti. Non dimentichiamo che una casa, una volta sistemata, aumenta anche di valore ed è quindi un bene rimetterla e mantenerla in sesto, indipendentemente dallo scopo che ci si prefigge. Più bella e funzionale è la casa, maggiore potrebbe essere il prezzo di affitto, naturalmente rimanendo nei prezzi offerti da altre strutture sul territorio. Importante però è anche pensare che ci sono categorie di case che potrebbero ambire a prezzi più alti e quindi a clientela diversa. Il classico appartamentino per 2/4 persone in Sardegna, senza tanti fronzoli, è affittato a circa 500 euro al mese in alta stagione. Ma la sardegna è comunque una meta ambita, e se si ha una casa un po’ più grandicella si può pensare di affittare a prezzi maggiori, anche senza aumentare il numero di letti, ma puntando ad una maggiore qualità del servizio, e ad un mercato di clientela diversa. Ci sono case in regioni molto meno attrattive e anche talvolta meno famose che riescono a fare fatturati maggiori anche lavorando per un numero inferiore di mesi.
  • Io non sono un albergatore, sarò in grado di gestire una struttura di questo tipo? Essere un albergatore non è assolutamente un punto importante, anzi! Forse proprio perché non lo sei riuscirai a metterti meglio nei panni dei tuoi ospiti, invece che in quelli di chi da in affitto la struttura. Cosa desideri quando sei in vacanza? Cosa vorresti ricevere? Quale tipo di attenzioni, di riconoscimenti. Cosa vorresti trovare in casa? Come vorresti essere trattato? Queste sono le domande da porsi e alle qual rispondere per essere certi di offrire un servizio di alto livello.
  • Non parlo nessuna lingua straniera, come faccio a gestire le richieste di affitto dall’estero? Bè per quanto riguarda la corrispondenza ci sono dei siti molto comodi che puoi utilizzare per tradurre le email che ricevi e per tradurre le risposte che vuoi inviare. I modelli di contratto invece te li forniamo noi, con traduzione annessa, in modo che tu possa spedire un documento che includa i punti più importanti e li descriva in modo chiaro, onde evitare discrepanze e impedire dubbi e incomprensioni. Una volta in casa invece, preparate della documentazione in inglese, lingua che quasi tutti conoscono almeno un pochino, e stampate informazioni importanti e avvertenze. Il resto invece fa in fondo parte del fascino italiano, se i vostri ospiti sono qui è anche perché vogliono vivere l’italia, e voi sarete i primi a dargli questa piacevole sensazione.

Per qualsiasi altra domanda o dubbio non esitare a contattarci!